DIANTHUS CARTHUSIANORUM aggr. L. (Garofano dei certosini)

GAROFANO DEI CERTOSINI (Dianthus carthusianorum aggr. L. – Caryophyllaceae)

Un Garofanino color sangue che svetta nei nostri prati pedemontani posti a meridione delle colline. Una macchina di colore che attira la nostra attenzione immediatamente, specie negli habitat più asciutti e baciati dal sole.

Lo troviamo fino a circa 2000 metri di altezza ed anche più. Si chiama Garofano dei Certosini perché in passato ha goduto del privilegio dell’attenzione di questi frati nei loro monasteri fin dal XV secolo dove veniva coltivato nei giardini ed usato come pianta officinale per alleviare i dolori reumatici. Uso che oggi si è completamente perso. Il nome “Dianthus” del suo genere deriverebbe dal greco “Dianthes” che significa “fiorire tardi”. Altri dicono invece che deriverebbe da due parole greche con il significato unico di “divino”. Era un fiore dedicato a Giove. Ricordatevi che è specie protetta: lasciatela là dove si trova se veramente la amate. Non usatela per nessun motivo, anche per la pericolosa presenza di saponine.

BIBLIOGRAFIA: Diacono Bruno Martino, naturalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *