DIANTHUS MONSPESSULANUS L. (Garofano di bosco)

GAROFANO DI BOSCO (Dianthus monspessulanus L. – Caryophyllaceae)

Certamente per me è uno dei fiori più belli dei nostri colli e dei nostri monti che purtoppo, nelle nostre colline della Pedemontana del Grappa, almeno quelle occidentali tra Asolo e Bassano del Grappa, sto vedendo regredire molto nella sua presenza negli ultimi anni.

Questo può avere più cause compreso quella umana che, come per Viole, Elleboro nero, Ciclamini, Primule, Betulle, Solidago maggiore e molto altro, cerca di portare nei giardini di casa questi fiori e piante spontanee. Essendo questi nostri colli posti immediatamente alla periferia delle case, e per questo li chiamo “boschi suburbani”, la tentazione di predarli portando questi gioielli fioriti nei vasi e ei giardini delle nostre abitazioni è “perversione” comune: ma bisogna assolutamente smetterla una volta per sempre, altrimenti li perderemo tutti e definitivamente.

L’ultimo ciuffo che avevo sott’occhio a San Zenone era posto accanto alla strada asfaltata per Liedolo ed è scomparso nell’ultimo anno. Il nome specifico del Garofano di bosco, “monspessulanus”, deriva dal nome latino “Mons Pessulanus” della città francese di Montpellier. In botanica è usato anche il termine “monspeliensis” con lo stesso significato. Questi nomi specifici vennero attribuiti da Linneo a molte piante mediterranee in omaggio al celebre orto botanico di questa città, risalente alla fine del XVI secolo. Esso è il più antico di tutta la Francia.

 

BIBLIOGRAFIA: Diacono Bruno Martino, naturalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *