FILIPENDULA ULMARIA (L.) Maxim (Olmaria comune)

OLMARIA COMUNE (Filipendula ulmaria (L.) Maxim – Rosaceae)

Cugina della Filipendula vulgaris, è anche detta Spiraea ulmaria L.; comune in Europa, escluse le coste del mediterraneo. Cresce in prati umidi, fossati, riscelletti, paludi e boschi ripariali, dal livello del mare alla fascia montana.

Il nome specifico, si riferisce alla somiglianza dei segmenti foliari con le foglie dell’olmo. Fiorisce da maggio fino a fine agosto.

Gli inglesi o anglosassoni che dir si voglia, hanno una maniera tutta loro di raccontarsi, raccontare, predisporre etc. Questa pianta ha due differenti profumi, quello dei fiori, più delicato che secondo gli amici inglesi simboleggia il “corteggiamento” e quello dei fusti schiacciati, più forte e penetrante, che sempre secondo loro simboleggia la concretezza del “matrimonio”. La regina Elisabetta, si racconta, usava deporre questa pianta fresca nei locali della sua reggia perché questi ambienti emanassero un buon profumo. Già nel Medioevo, come oggi, veniva usata per alleviare i dolori, specie da malattie da raffreddamento, rafforzando quello che in un certo senso diceva anche la ”Dottrina delle Signature” e cioè cha la forma della pianta, e, aggiungo io, il luogo di raccolta, umido in questo caso, davano il segno di cosa potesse quella singola pianta significare come rimedio alle tante patologie che affliggevano ed affliggono ancora l’uomo. Infatti il Salice Bianco, l’Ontano Nero, La Salcerella, la Olmaria ed altre che vivono in zone umide sono ancora oggi usate per lenire i malanni di stagione … e cioè febbri, raffreddori, mal di testa conseguenti e quindi anche indurre alla sudorazione. Anche questa pianta, come il salice e la Salcerella, contengono principi attivi come la salicina che hanno portato dal 1828 al 1835 a sintetizzare e produrre l’Aspirina, uno dei nostri “farmaci da banco” più comuni.

BIBLIOGRAFIA: Diacono Bruno Martino, naturalista.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *