4/10/2019 Inaugurazione del sentiero “FEDE, NATURA, DIVERSITA’, PROSSIMITA’ e VITA”

Un cordiale saluto a tutti anche da parte mia. Oggi, 4 Ottobre, la Chiesa ricorda San Francesco d’Assisi, patrono mondiale dell’ecologia, ed Il mio compito è quello di illustrarvi brevemente, a nome del Coordinamento del Progetto dell’U.P. SINISTRA BRENTA,  “Insieme per la Salvaguardia del Creato: una proposta aperta a tutti”,  i contenuti del sentiero dedicato a Francesco che oggi inauguriamo,  intitolato “FEDE, NATURA, DIVERSITA’, PROSSIMITA’ E VITA”, che si origina qui, dal Duomo di Santa Maria in Colle, sorgente di Fede e di spiritualità, e giunge a Villa Angaran san Giuseppe, dove la fede si cala, come note di una sinfonia, nel pentagramma della quotidianità specie di chi fa più fatica a vivere, in un caleidoscopio di attività e incontri di grande rilevanza umana, etica, sociale e cristiana.

Quindi un percorso dove la fede si tramuta in opere, incessantemente ed instancabilmente. Molti poi saranno i tasselli significativi, materiali ed immateriali, del paesaggio culturale di Bassano che incontreremo nel percorso. Tra i primi: architettura urbana, musei, chiese, ambiente naturale (flora e fauna), monumenti, fiume, paesaggio etc. Tra gli immateriali: segni della fede, del vivere, della cultura, della tradizione, della prossimità, della diversità, ed altri.  ll percorso ufficiale prevede il passaggio su Piazza Garibaldi e la Chiesa di S.Francesco, Piazza Libertà, Ponte Vecchio, Palazzo Bonaguro con una visita alla Sezione Naturalistica del Museo Civico di Bassano, poi via Macello attraverso Vicolo San Donato e relativa Chiesetta. Oggi, che è la giornata di inaugurazione del sentiero, però semplificheremo andando direttamente in Piazza Libertà e dal Ponte Vecchio a sinistra subito in Via Macello per non prolungare oltre misura la cerimonia e giungere a Villa Angaran San Giuseppe dove, per un saluto finale, ci attende Il Consorzio Rete Pictor, che gestisce la Villa e lo splendido parco affidati loro dai Padri Gesuiti, concludendo con una bicchierata finale. Quando arriveremo al primo cancello di Villa S. Giuseppe lungo il Brenta, attraverseremo un sentiero naturalistico lungo la riva del fiume e un boschetto stupendo ricco di specie vegetali e animali che possiamo osservare continuamente anche sullo scorrere della acque accanto a noi. Un sentiero veramente bello che vede all’opera, per renderlo idoneo alle escursioni in sicurezza, non solo tanti volontari tra cui ragazzi, adulti, famigliole con bambini, ma anche i generosi Alpini bassanesi di Lucio Gambaretto che hanno adottato questo sentiero ed hanno prodotto le prime indispensabili opere per il transito…. I nostri Alpini sono uomini pronti a servire, come sempre, il bene comune e non solo nella nostra amata Città di Bassano, ma anche in tutti i casi ove bisogna soccorrere o venire incontro alle persone, a tutte le persone. Gli Alpini concluderanno questa opera in Aprile del prossimo anno e saremo tutti con loro per ringraziarli ancora e festeggiare il loro centenario. Il cantiere quindi di questo tratto meraviglioso del sentiero è oggi, e lo sarà  fino a fine ad Aprile 2020, un cantiere aperto: ci saranno sassi del Brenta in superfice, fascine di rami e tronchi depositati ai lati. Dobbiamo solo stare attenti a non inciampare ma non dobbiamo spaventarci: questa opera è divenuta, come tutte le attività di Villa S. Giuseppe, una occasione per stare insieme, un laboratorio a cielo aperto dove tanti ragazzi e adulti e famiglie e alpini stanno lavorando, quasi una gara, un segno di grazia e di generosità…che è e rimarrà d’esempio a tutti. Abbiamo chiamato le fascine di rami dei bambini, ragazzi e famiglie, “fiori del cuore” per la loro dedizione, la passione con la quale hanno lavorato insieme, tutti, e con questo afflato e questa emozione continueranno ancora a lavorare. La villa dispone, di quattro ettari di terra coltivata biologicamente ad orti, viticoltura. apicoltura e parco-giardino e, tra questi appezzamenti, stiamo ricavando anche un delizioso e suggestivo “sentiero sensoriale” da percorrere a piedi nudi. Musica, ringraziamenti finali ed una bicchierata concluderanno uno splendido momento che questa Città saprà perpetuare, facendo proprio questo sentiero e le splendide proposte di Villa S. Giuseppe. Ringrazio di cuore Don Andrea e don Enrico per aver autorizzato il nostro Progetto, Il Sindaco Avv. Elena Pavan per aver voluto essere con noi a questa inaugurazione, Il Presidente di Rete Pictor Riccardo Nardelli ed i suoi dirigenti, operatori ed ospiti, e  tutti coloro che hanno collaborato, il nostro segretario Guido Testi, l’amico Lucio Gambaretto ed i suoi Alpini ed il carissimo Tommaso Zorzi che strettamente ha collaborato con me donandomi il profumo della sua amicizia e della sua encomiabile dedizione dimostrando, nel mio incalzare quotidiano, una grande e santa capacità di sopportazione… . Grazie a tutti a nome del Coordinamento del Progetto “Insieme per la Salvaguardia del Creato: una proposta aperta a tutti,” Buona continuazione di cerimonia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *